Logo UNISA

Le Attrezzature

n. 8 personal computer con monitor 23“ e n. 1 con monitor 17”, dotati tutti di gruppo di continuità al fine di evitare la perdita dei lavori per l’eventuale improvvisa mancanza di alimentazione; sono presenti anche n. 2 PC portatili.

1 delle quali disponibile in rete ed 1 a colori formato A3.

La stampante braille è una stampante ad impatto, che permette di stampare in rilievo (punteggiare) in caratteri braille, su carta di grammatura pesante ( non grammatura standard) qualsiasi testo opportunamente lavorato. È possibile effettuare stampe su una singola facciata del foglio, fronteretro (interpunto) sia di solo testo che di testo e grafica.

I videoingranditori sono dispositivi costituiti da una telecamera munita di sistema di lenti ingrandenti, che trasmette l’immagine ad uno schermo su cui è possibile visualizzare la stessa ingrandita secondo le proprie necessità. Questi apparecchi sono sia di tipo mobile che fisso e sono utilizzati da persone con difficoltà visive: nella fattispecie i dispositivi mobili vengono utilizzati per le lezioni per poter vedere sullo schermo quanto viene scritto alla lavagna mentre, quelli fissi sono utilizzati per potere leggere i materiali cartacei. Entrambi i dispostivi permettono anche di poter vedere ingrandito ciò che si vuole scrivere su carta. Il laboratorio dispone di n. 3 videoingranditori fissi e n. 2 videoingranditori mobili e n. 2 videoingranditori portatili (da tasca).
N. 3 donati dai Leo Italiani - Distretto 108 YA

Le macchine di lettura sono ausili che permettono la lettura di testi in completa autonomia e dal funzionamento facilitato. Fondamentalmente sono degli scanner combinati con programma di riconoscimento testi, dotati di processore, sistema operativo e sintesi vocale integrati e non richiedono la conoscenza dell’utilizzo del computer. L’ascolto dei libri può avvenire generalmente tramite l’altoparlante di serie della macchina o tramite cuffie.

N. 1 donata dai Leo Italiani - Distretto 108 YA

Si tratta di software che “leggono” e riproducono in forma sonora e/o tattile tutto quanto presente a video rendendolo fruibile attraverso l’uso di una sintesi vocale e/o un display braille.

Le tastiere espanse sono delle tastiere di dimensioni maggiorate, generalmente suddivise in sezioni con i tasti colorati in modo differenziato per le singole sezioni. Sono utilizzate tanto da soggetti con difficoltà motorie quanto da soggetti con difficoltà visive.

I sistemi di riconoscimento ottico dei caratteri, detti anche OCR (dall’inglese opticalcharacterrecognition) sono programmi impiegati nella conversione di un’immagine contenente testo. Generalmente le immagini sono acquisite tramite scanner, in testo digitale modificabile con un normale programma di scrittura. Il testo può essere convertito in formato ASCII semplice, Unicode o, nel caso dei sistemi più avanzati, in un formato contenente anche l’impaginazione del documento. È utilizzato per convertire i testi convenzionali (detti generalmente in nero) in testi in formato elettronico e, successivamente, eventualmente in formato braille su richiesta degli studenti. Il laboratorio H è fornito di 2 tipologie di programma di riconoscimento testi.

N. 1 donato dai Leo Italiani - Distretto 108 YA

Strumento utilizzato per l’acquisizione delle immagini. Nello specifico è di supporto ai sistemi di riconoscimento vocale e per la realizzazione dei testi in formato braille.

N. 1 donato dai Leo Italiani - Distretto 108 YA

Si definiscono in questo modo dei sistemi software che creano (sintetizzano) delle voci che, associate ad uno screen reader, consentono alle persone con difficoltà visive di accedere al computer, interagire con i più diffusi applicativi software e navigare in internet, attraverso la “vocalizzazione” dei contenuti.

N. 1 donato dai Leo Italiani - Distretto 108 YA

Noto pure come barra o riga braille, è un dispositivo hardware che va collegato al PC; generalmente viene posizionata sotto la tastiera in modo da poter essere facilmente utilizzata. Ne esistono di diversi modelli e dimensioni: a 20, 40, 60 e 80 caratteri. La riga braille permette sia di scorrere e manipolare il testo, sia di monitorare e interagire col sistema operativo.

I software ingrandenti permettono di visualizzare in modalità ingrandita il contenuto delle schermate del computer. Sono generalmente possibili diversi ingrandimenti e modalità di visualizzazione: a tutto schermo, sezione orizzontale o verticale del monitor, ecc. Questi sistemi possono essere integrati con una sintesi vocale ausiliaria, utile nel momento in cui sorge la necessità di leggere un lungo testo.

N. 1 donato dai Leo Italiani - Distretto 108 YA

Si tratta di sistemi hardware e software che, abbinati a tastiere e video, possono sostituire la tastiera tradizionale e il mouse. I sistemi possono inoltre tradurre i movimenti del capo, di qualunque altra parte del corpo o soltanto degli occhi in movimenti proporzionali del puntatore, sfruttando diverse tecnologie (infrarossi, ultrasuoni, epe.). La trackball è un tipo di periferica di puntamento per computer. È costituita essenzialmente da una sfera monitorata da una serie di sensori che ne analizzano il movimento che avviene liberamente all’interno della sede nella quale è collocata. La sfera è parzialmente accessibile dall’esterno così da poter essere comandata dalla mano; nelle vicinanze della sfera si trovano altri dispositivi di comando (possono essere di vario tipo, generalmente pulsanti o rotelline). Il dispositivo ricalca fondamentalmente la funzionalità di un mouse tradizionale e viene costruito in più varianti. Rispetto al mouse tradizionale, consente movimenti più rilassati di mano e polso e non abbisogna di spazi per lo spostamento, se non quelli legati al suo ingombro fisico. L’utilizzo è particolarmente indicato per persone che hanno difficoltà nell’articolare il movimento della mano e del polso.

È un ausilio informatico che dispone di un’interfaccia implementata appositamente per il controllo oculare con la possibilità di gestire l’ambiente windows in maniera diretta oppure con l’emulazione del mouse. L’hardware si presenta come una struttura unica dotata di PC, schermo touch-screen telecamera ed emettitori di luce infrarossa integrati. Il comunicatore, tra l’altro, consente di elaborare testi, poter navigare in internet e controllare un altro pc.

Strumento adatto per favorire le persone con limitate funzioni degli arti inferiori, è un sollevatore elettrico che consente di assumere la postura eretta, di effettuare facili trasferimenti anche senza la presenza di un accompagnatore, e di muoversi comandandolo con un joystick . È utile per poter accedere ai testi negli scaffali della biblioteca, fruire dei servizi igienici, svolgere una serie di operazioni in posizione eretta quali aprire porte e finestre o approvvigionarsi per il pasto.

Per gli studenti con DSA sono disponibili software specifici quali “Ipermappe” per la creazione di mappe concettuali e “Alfa Reader” per il supporto nella lettura.

Il Laboratorio H è altresì dotato delle seguenti attrezzature:

  • Penne USB
  • Fotocamera digitale n. 1
  • Registratore digitale n. 1
  • Cuffie con microfono n. 12
  • Videoproiettore con relativo carrello e schermo per proiezione
  • Tablet n. 1
  • Macchina rilegatrice
  • Hd esterno
  • Fotocopiatrice
  • Stampante a colori